• Home
  • Primi
  • Risi e bisi – Riso e piselli alla veneta
0 0

Condivi la ricetta sui Social Network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Dosi per:
320 gr Riso tipo Vialone Nano
200 gr piselli freschi sgranati
100 gr Pancetta 2 fettine
1 Cipollotto
1 ciuffo Prezzemolo
40 gr Parmigiano
40 gr Burro
1 cucchiaio Olio evo
1,2 dl brodo vegetale Brodo vegetale
q.b. Sale
q.b. Pepe nero

Risi e bisi – Riso e piselli alla veneta

Cucina:
  • 45
  • Dosi per 4
  • Facile

Ingredienti

Presentazione

Condividi

Risi e bisi è un piatto tipico della cucina veneta, a base di riso e piselli che per la sua consistenza è a metà tra un risotto e una minestra.

Risi e bisi è un piatto adatto sia nei mesi invernali che primaverili; è una ricetta tradizionale veneta, in particolare veneziana. E’ un risotto morbido, preparato con piselli freschi, la pancetta, il burro, il parmigiano reggiano. Dei piselli si utilizzano anche i baccelli che vengono cotti, passati e la purea si aggiunge al brodo vegetale.

Il riso utilizzato è il Vialone Nano, uno dei risi semifini italiani più pregiati, contrassegnato dal marchio europeo I.G.P. Questa varietà è indicata per la preparazione del risotto, uno dei primi piatti italiani più amati e consumati nel mondo. Caratterizzato da chicchi di media dimensione e di forma tondeggiante, il Vialone Nano risale al 1937. Le sue caratteristiche lo rendono uno dei migliori risi per la preparazione del risotto e delle minestre, in quanto scuoce difficilmente e assorbe molto bene i sughi.

Il riso in generale, deve il suo valore nutritivo all’elevato contenuto di amidi e alla sua digeribilità. Contiene pochissimi grassi ed è privo di glutine, quindi può essere consumato da chi soffre di celiachia. E’ utilizzato in cucina per diverse preparazioni: minestre, insalate, farce, risotti, budini e crostate. Un posto di primo piano è occupato dal risotto, preparazione tipicamente italiana, in cui il riso viene prima tostato in un fondo aromatico e poi cotto con l’aggiunta progressiva di brodo. Ottimo come accompagnamento per piatti di carne, di pesce e di verdure. La farina e l’amido di riso si usano invece per addensare salse o liquidi, preparare pastelle per la frittura o nella realizzazione di prodotti di pasticceria varia. Inoltre si ottengono alcune bevande alcoliche come vino o sakè, oppure prodotti come aceto e sciroppo.




(Visited 152 times, 1 visits today)

Preparazione

1
Completo

Pulire il cipollotto privandolo delle foglie esterne; lavare e tagliare a rondelle. Lavare il prezzemolo, asciugarlo e tagliarlo finemente; tagliare la pancetta a dadini. In un tegame mettere 20 gr di burro e l'olio, aggiungere il cipollotto, la pancetta, facendo appassire il tutto: Aggiungere un po' del prezzemolo tritato, poi i piselli, il sale e fare rosolare brevemente mescolando. Aggiungere il brodo bollente e portare ad ebollizione. Versare il riso e lessarlo per 15 - 18 minuti, mescolando ogni tanto. Togliere dal fuoco, mantecare con gli altri 20 gr di burro, il prezzemolo tritato rimasto, il parmigiano grattuggiato. Aromatizzare con del pepe nero macinato al momento.

Dolce Matilda

Dolce Matilda

L’attrazione per la cucina risale a quando ero molto piccola. In casa osservavo con molta attenzione ciò che mia madre preparava. Uno dei ricordi più belli era quando la domenica si andava a pranzo dai nonni.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni, utilizza la form sottostante per scrivere la prima recensione.
linguine con baccala uvetta e pinoli
Precedente
Linguine con baccalà, uvetta e pinoli
Spaghetti di riso
Prossima
Spaghetti di riso con verdure saltate
linguine con baccala uvetta e pinoli
Precendente
Linguine con baccalà, uvetta e pinoli
Spaghetti di riso
Prossima
Spaghetti di riso con verdure saltate

Aggiungi un commento