0 0

Condivi la ricetta sui Social Network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Dosi per:
200 gr Farina di grano saraceno
50 gr Farina 0
150 gr Acqua
150 gr Patate
200 gr Cavolo verza verza riccia
150 gr Formaggio casera o bitto
80 gr Burro
1 spicchio Aglio
4 foglie Salvia
q.b. Sale

Pizzoccheri della Valtellina

Cucina:
  • 45
  • Dosi per 4
  • Media

Ingredienti

Presentazione

Condividi

I pizzoccheri sono un piatto contadino della Valtellina divenuto popolare in tutta Italia

La ricetta originale dei pizzoccheri  della Valtellina prevede l’utilizzo nel condimento, di cavolo verza, patate, burro, formaggio Casera, parmigiano e aglio. I pizzoccheri sono un formato di pasta, tipo fettuccine larghe un centimetro, lunghe circa 6-7 centimetri e spesse 3 millimetri,  a base di farina di grano saraceno, farina di frumento e acqua; il grano saraceno è circa i due terzi del totale dell’impasto e conferisce alla pasta un particolare colore grigiastro.

I pizzoccheri  sono originari del comune di Teglio. Le prime testimonianze scritte le ritroviamo nell’opera di Ortensio Landi “catalogo dell’inventario delle cose che si mangiano et delle bevande c’heggedì s’usano” risalente al 1548. Nella sua opera Landi scrive di una certa Meluzza comasca inventrice di lasagne, maccheroni con aglio, pinzocheri; una donna che di cucina la sapeva lunga. La Meluzza rese più gustoso questo cerale aggiungendovi formaggio, verdure, burro.

Il grano saraceno veniva usato già nel 1300 insieme ad altri cereali. Tutta la Valtellina era dedita alla coltivazione del grano saraceno. Resistente al clima freddo, difficilmente attaccabile da parassiti, era utile per usare i terreni nel periodo estivo. Nei primi del Novecento la produzione sarà dimezzata a causa della coltivazione faticosa sui pendii o terrazzamenti; la raccolta fu troppo costosa, così il grano saraceno fu sostituito da altre colture. Oggi esistono poche coltivazioni e molto del prodotto è importato dall’estero e lavorato in Italia. E’ nutriente ed energizzante e può essere un ottimo sostituto del grano per coloro che soffrono di celiachia.

In base alla stagione, la ricetta originale dei pizzoccheri prevede l’utilizzo delle coste o del cavolo verza. Le patate, il burro, il parmigiano e soprattutto il Casera sono d’obbligo. Una mia variante è l’aggiunta nel burro e aglio in fase di rosolatura, di qualche foglia di salvia.





(Visited 136 times, 1 visits today)

Preparazione

1
Completo

Setacciare le farine sulla spianatoia a fontana e versare l'acqua tiepida al centro gradualmente, lavorando l'impasto per 10 minuti. Infarinare leggermente con farina di grano saraceno il piano lavoro. Stendere la sfoglia ad uno spessore di 3 mm, formare un rettangolo grande, rifilare i bordi e tagliarla in strisce grosse da sovrapporre una sull'altra e tagliarle a fettuccine larghe 1 cm e lunghe 7 cm.

2
Completo

Tagliare il cavolo verza a listarelle e le patate a cubetti di 1 cm. Portare l'acqua a bollore con il sale (10 gr di sale per litro di acqua). Inserire prima le patate e dopo 4 minuti la verza. Dopo altri 2 minuti aggiungere i pizzocheri gradualmente girandoli con molta delicatezza. Mentre cuociono i pizzoccheri, rosolare l'aglio nel burro con la salvia. Il burro deve diventare color nocciola. Scolare i pizzoccheri con le verdure con l'aiuto di una schiumaiola, in un tegame formando un primo strato, distribuitevi sopra un po' del burro fuso, tocchetti di formaggio Casera e una spolverata di parmigiano; Procedete così con altri strati fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con burro e parmigiano. Passare i pizzoccheri nel forno caldo per qualche minuto fino a quando si sarà sciolto il formaggio.

Dolce Matilda

Dolce Matilda

L’attrazione per la cucina risale a quando ero molto piccola. In casa osservavo con molta attenzione ciò che mia madre preparava. Uno dei ricordi più belli era quando la domenica si andava a pranzo dai nonni.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni, utilizza la form sottostante per scrivere la prima recensione.
Filoncini al farro e semi di lino
Precedente
Filoncini al farro e semi di lino con lievito madre
maritozzi
Prossima
Maritozzi con uvetta e panna montata
Filoncini al farro e semi di lino
Precendente
Filoncini al farro e semi di lino con lievito madre
maritozzi
Prossima
Maritozzi con uvetta e panna montata

Aggiungi un commento