0 0

Condivi la ricetta sui Social Network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Dosi per:
Per l'hummus
400 gr Ceci
70 gr Thaina
2 piccoli Limone
1 spicchio Aglio
q.b. Sale
q.b. Prezzemolo
q.b. Paprica
4 cucchiai Acqua acqua di cottura dei ceci o acqua normale
1 cucchiaio Olio evo
Per le pite
250 gr Farina 0
3 gr Lievito di birra disidratato
180 gr Acqua
1 cucchiaio Olio evo
1/2 cucchiaino Sale
1/4 cucchiaino Zucchero semolato

Hummus di ceci e thaina

Cucina:
    • 10
    • Dosi per 4
    • Facile

    Ingredienti

    • Per l'hummus

    • Per le pite

    Presentazione

    Condividi

    L’hummus di ceci e thaina è la più famosa delle salse mediorientali.

    L’origine  di questa crema è molto antica e diversi sono i paesi che si contendono la paternità come la Libia, la Turchia, l’Israele, la Grecia.  Gli ingredienti di base per realizzare l’hummus di ceci e thaina, sono i ceci,  il sesamo, l’aglio e il limone. La si può guarnire con pomodori a cubetti, prezzemolo, paprica, olio d’oliva. La crema si serve come antipasto spalmata su  pane azzimo o pita o come accompagnamento a carne, pesce o ai falafel.

    L’Hummus di ceci e thaina ha un sapore delicato e dolce dato dai ceci e un’aroma particolare dovuto al sesamo, con un retrogusto aspro per la presenza del succo del limone. E’ un piatto salutare perché i ceci e il sesamo hanno numerose proprietà benefiche per il nostro organismo.

    La thaina si può comprare già pronta al supermercato o in negozi che vendono prodotti alimentari asiatici e mediorientali, oppure farla in casa; la procedura è facile e veloce ed anche più economica.

    Si tostano i semi di sesamo in una padella, poi si frullano con dell’olio di semi di sesamo (va bene anche l’olio di semi di girasole o di mais) e un pizzico di sale. Questa salsa, dalla consistenza cremosa ed omogenea, ha il sapore delle paste di frutta secca tostata, come le nocciole e le arachidi.

    La pita è un tipo di pane del Medio Oriente tondo e lievitato. La cottura in forno ad alta temperatura consente al pane di gonfiarsi, creando la classica tasca da farcire con carne, kebab, verdure, salse e sughi. Si può cuocere anche in padella utilizzando un coperchio per rendere omogeneo il calore su entrambi i lati. La pita è detta anche libanese, pane arabo o siriano perché diffusa fino all’Afghanistan.






    (Visited 1.202 times, 3 visits today)

    Preparazione

    1
    Completo

    Per l'hummus: mettere i ceci secchi in ammollo in acqua fredda per una notte. I giorno successivo farli bollire per un'ora circa. Se non si ha tempo si possono utilizzare i ceci in scatola impiegando solo 10 minuti di tempo.
    In un mixer mettere i ceci e circa 4 cucchiai della loro acqua di cottura, la Thaina, il succo del limone, il sale, lo spicchio d'aglio privato dell'anima e l'olio. Frullare fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Decorare con prezzemolo, olio e una spolverata di paprica dolce.
    Servire con una spolverata di paprica, del prezzemolo tritato al coltello e dell'olio di oliva.

    2
    Completo

    Per le pite: in una bowl inserire la farina il lievito disidratato, il sale e lo zucchero, quindi aggiungere l'acqua gradualmente e l'olio. Non è detto che servono tutti i 180 gr di acqua in quanto le farine non hanno tutte lo stesso potere di assorbimento dei liquidi. Lavorare con le mani fino a quando l'impasto non si attacca più ad esse. Rimettere l'impasto nella ciotola coperta da un panno o pellicola per alimenti. Ogni 10 minuti, per circa 4 volte pizzicare i bordi dell'impasto portandolo verso il centro e coprire di nuovo. Quindi lasciare lievitare per un'ora.

    3
    Completo

    Dividere l'impasto in 6-7 palline, infarinare il piano da lavoro e con l'aiuto del matterello stenderle uniformemente dandogli una forma tonda e sottile. Disporle su teglia ricoperta di carta da forno e cuocerle in forno preriscaldato a 220°C. In pochi minuti si gonfieranno creando una bolla d'aria. Levare dal forno e farcirle con Hummus o con ciò che più si desidera.

    Dolce Matilda

    Dolce Matilda

    L’attrazione per la cucina risale a quando ero molto piccola. In casa osservavo con molta attenzione ciò che mia madre preparava. Uno dei ricordi più belli era quando la domenica si andava a pranzo dai nonni.

    Recensioni

    Non ci sono ancora recensioni, utilizza la form sottostante per scrivere la prima recensione.
    Pizza al formaggio pasquale
    Precedente
    Pizza al formaggio pasquale
    Ciambellone alle fragole con albumi
    Prossima
    Ciambellone alle fragole con albumi
    Pizza al formaggio pasquale
    Precendente
    Pizza al formaggio pasquale
    Ciambellone alle fragole con albumi
    Prossima
    Ciambellone alle fragole con albumi

    Aggiungi un commento