0 0

Condivi la ricetta sui Social Network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

250 gr Farina 0
130 gr Acqua
8 gr Lievito di birra
1 cucchiaino Malto
1 gr Sale
1 cucchiaio Olio evo
q.b. Farina di semola di grano duro

Grissini stirati

Cucina:
  • Facile

Ingredienti

Presentazione

Condividi

I grissini stirati o arrotolati, sono uno dei simboli gastronomici della cucina piemontese.

I grissini hanno origini torinesi risalenti al  XVII secolo. Napoleone Bonaparte ne era talmente ghiotto che creò all’inizio dell’800 un servizio di corriera tra Parigi e Torino dedicato al trasporto dei “bastoncini di Torino”.

I grissini sono diffusi ormai in tutto il mondo e molte sono le ricette che variano tra loro per tipo di impasto e aromatizzazione. Grazie alla loro digeribilità e alla facilità di conservazione, vengono consumati come stuzzichino ad ogni ora del giorno. Sono facili e veloci da preparare in casa.

La forma più antica e tradizionale di grissino è il Robatà, ossia arrotolato a mano. Esistono poi i grissini stirati, perché l’impasto una volta tagliato a bastoncini, viene afferrato alle due estremità con entrambi le mani e allungato verso l’esterno. L’impasto base prevede pochi e semplici ingredienti come la farina, il lievito, l’acqua, il sale, lo zucchero o il malto, l’olio e la semola di grano duro. Gli ingredienti vanno lavorati fino ad ottenere un impasto omogeneo che va poi spennellato con l’olio evo e lasciato riposare per un’ora. Una volta raddoppiato, si taglia in bastoncini, si tirano per poi cuocerli 15- 18 minuti a 180°C in forno ventilato




(Visited 149 times, 1 visits today)

Preparazione

1
Completo

Sciogliere in planetaria il lievito e il malto in acqua tiepida.
Aggiungere la farina e impastare con il gancio; come l'impasto inizia a compattarsi, aggiungere il sale e lavorare ancora 5 minuti o fino a quando risulterà liscio ed omogeneo.
Formare una palla schiacciata, ungere entrambi i lati con olio e mettere a lievitare fino a raddoppio del volume in una ciotola coperta con pellicola.

2
Completo

Versare l'impasto su di un piano da lavoro infarinato con semola di grano duro, stendere ad uno spessore di 1 centimetro e tagliare con un coltello a lama liscia delle strisce. Con le mani assottigliare ogni bastoncino tirando la pasta a partire dal centro verso le estremità, così da ottenere una lunghezza pari a quella della teglia. Si avranno così tanti grissini di forme irregolari, con parti sottili e parti più grosse.

3
Completo

Cuocere in forno caldo e ventilato a 180°C per 15 minuti circa.

Dolce Matilda

Dolce Matilda

L’attrazione per la cucina risale a quando ero molto piccola. In casa osservavo con molta attenzione ciò che mia madre preparava. Uno dei ricordi più belli era quando la domenica si andava a pranzo dai nonni.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni, utilizza la form sottostante per scrivere la prima recensione.
Torta con tahina e miele
Precedente
Torta con tahina e miele
Torta magica
Prossima
Torta magica
Torta con tahina e miele
Precendente
Torta con tahina e miele
Torta magica
Prossima
Torta magica

Aggiungi un commento